Causa di Beatificazione di Vinicio Dalla Vecchia

Bonifacio Vinicio Dalla Vecchia nasce a Perarolo di Vigonza (Padova) il 23 Febbraio 1924 da Riccardo e Corinna Sabbadin.

Dopo le elementari si iscrive alla scuola Secondaria di avviamento professionale agrario.Nel frattempo inizia una presenza di ragazzo cristiano nella parrocchia di Perarolo dove diventa, prima, Delegato Aspiranti di Azione Cattolica, poi, Presidente dell'Associazione di Perarolo e infine Presidente Vicariale di Vigonza.

Nel 1943, a vent'anni, inizia quella progressione spirituale che lo porterà a delle decisioni che cambieranno il volto della sua vita. L'occasione è data dagli Esercizi Spirituali tenuti a Bassano del Grappa,  nella casa dei Gesuiti, e vissuti insieme ad alcuni coetanei di Perarolo. Questo rimarrà un appuntamento fisso di ogni anno.

Ottenuto il diploma di Perito Agrario all'Istituto "Duca degli Abruzzi" di Padova, supera gli esami di Ammissione alla facoltà di Agraria di Bologna. Subito dopo fa una breve esperienza di Assistente presso il Duca degli Abruzzi.

Dopo il diploma di Perito Agrario consegue, da privatista il diploma di Geometra presso il "Belzoni" di Padova.Gli Esercizi Spirituali del 1944 gli fanno prendere la decisione sulla vita professionale: abbandona Agraria e si iscrive a Medicina dopo aver conseguito la Maturità scientifica all'"Ippolito Nievo"  come privatista. Negli esami di Medicina i risultati sono sempre ottimi, fino alla Laurea in Medicina e Chirurgia (1951) dove raggiunge il 110 e lode. Passa all'Istituto di Patologia medica e diviene Assistente. L'anno successivo diventa Assistente all'Istituto di Medicina del Lavoro.

L'impegno messo negli studi e nella professione medica è lo stesso che egli mette nelle sua altre molteplici attività. Da Delegato Diocesano Juniores di A.C.  diventa poi il Presidente Diocesano dei Giovani di Azione Cattolica (1951).Sul piano politico, da iscritto nella Democrazia Cristiana di Vigonza diventa, nel 1952 Consigliere provinciale della D.C. E' un animatore di tanti comizi tenuti nella provincia di Padova e intende portare avanti una politica contro "le poltrone" e a servizio dei valori cristiani.

Il 17 Agosto 1954 muore sulla parete est del Catinaccio Rosengarten cadendo assieme al cugino Don Bartolomeo Dal Bianco, sacerdote salesiano, che gli aveva infuso la passione per le bellissime vette delle Dolomiti.

La sua tomba è nel cimitero di Perarolo, nella cappella di famiglia dove è sepolto anche Don Bartolomeo.

Ultime notizie

63° anniversario della morte

Nell'anniversario della morte, nella mattinata di Giovedì 17 agosto 2017, quest'anno saranno celebrate due S. Messe in memoria di Vinicio Dalla Vecchia.

La prima, verso le ore 10,15 nella chiesa di Pera di Fassa, concelebrata da assistenti di A.C.

La seconda, nella cappellina del Gardeccia, circa alle ore 11,00, presieduta da don Giorgio Bezze, Direttore dell'ufficio catechistico della diocesi di Padova.